La Tecnologia Carlo Salvi

Il nostro centro di ricerca e sviluppo rappresenta un reale gruppo di eccellenza, attrezzato con hardware e software CAD-CAM e 3-D di ultima generazione. CARLO SALVI, non solo produce macchine per stampaggio a freddo, ma è in grado di offrire soluzioni su misura per il cliente: fornitura chiavi in mano di impianti per la produzione di componenti speciali, dove elettronica, automazione e produttività sono perfettamente integrate, raggiungendo un’efficienza che sarebbe impossibile con i sistemi tradizionali.

tecnologia-carlo-salviLe soluzioni tecniche applicate, la qualità dei materiali impiegati e la cura dei minimi dettagli caratterizzano le stampatrici Carlo Salvi il cui marchio è sinonimo di alta precisione ed affidabilità.
La continua evoluzione ha portato al concepimento ed alla realizzazione di dispositivi brevettati in tutto il mondo che rendono le nostre macchine assolutamente uniche.
I nostri tecnici sono sempre impegnati nello sviluppare soluzioni innovative in risposta alle crescenti esigenze del mercato.
Ogni anno Carlo Salvi S.p.A. investe risorse economiche per studiare applicazioni innovative atte a sostenere le richieste dei clienti più esigenti.


LA TECNOLOGIA CARLO SALVI

Stampaggio ad alta velocità di grande precisione: le stampatrici Carlo Salvi sono rinomate nel mondo per la qualità, l’affidabilità, la velocità e la produttività. La nuova generazione di stampatrici è dotata di sistemi elettronici che ne semplificano la messa a punto, riducendo i tempi di settaggio e nel contempo ne aumentano la produttività.

CAMBIO RAPIDO (QUICK CHANGE KIT)


carlo-salvi-cambio-rapidoL’operatore può estrarre dalla macchina, in modo veloce e senza alcuna fatica:
– Blocco porta punzoni
– Pinze di trasporto
– Coltello
Mentre la macchina produce, l’operatore, grazie a maschere di centratura, può preparare un successivo set di attrezzi, in maniera confortevole e agevole.
Al momento di cambiare lavorazione sarà sufficiente smontare le attrezzature del lavoro terminato e installare in macchina le nuove attrezzature già preparate e centrate.
La regolazione degli attrezzi fuori macchina permette di ridurre drasticamente i tempi di cambio lavoro, riducendo notevolmente i costi di gestione e incrementando la reale produttività.

MESSA A PUNTO CON REGOLAZIONI ELETTRONICHE (QUICK SET UP)

messa-a-punto-regolazioni-elettronicheCon la semplice pressione di un tasto si possono richiamare le regolazioni di lavori già fatti in precedenza: in pochi istanti, senza spostarsi dalla sua postazione e senza usare chiavi l’operatore può cominciare un nuovo lavoro.
Richiamando infatti il numero di articolo dalla memoria, in modo completamente automatico il sistema elettronico della macchina provvede ad azionare i vari meccanismi posizionando alla giusta misura:
– le spine di estrazione
– la lunghezza dello spezzone

ADVANCED TOUCH SCREEN

touchscreenLa presenza di un monitor touch screen agevola l’operatore guidandolo nel suo lavoro attraverso precise istruzioni e chiare immagini che appaiono a video.

ALIMENTAZIONE FILO A PINZE

alimentazione-filo-a-pinzeLa lunghezza dello spezzone è regolata in modo completamente automatico dal computer in soli 30”, senza l’uso di chiavi , inserendo semplicemente le misure tramite l’advacnced touch screen.
L’ alimentazione filo a pinze non necessita di fermafilo né di rulli di avanzamento filo.
In questo modo si eliminano i difetti di alimentazione e deformazione del filo (rigature o ovalizzazione). Si può cambiare filo senza bisogno di cambiare le pinze di trascinamento.
Ciò garantisce una maggiore precisione della misura e della forma dello spezzone.

CARLO SALVI SHORT FEED DETECTOR SYSTEM®

Questo opzionale permette di controllare l’esatta lunghezza dello spezzone impostato e, in caso di variazioni dello stesso, interviene fermando il ciclo produttivo ed evitando possibili rotture delle attrezzature.

TAGLIO CHIUSO

coltelloIl coltello di taglio è in bussola chiusa e guidato per evitare eventuali flessioni. La precisione e la qualità del taglio sono estremamente elevati.
Il coltello può essere centrato fuori macchina mediante una maschera di centratura. Una volta centrato il coltello si può sostituire con quello utilizzato in precedenza, senza necessità di ulteriori regolazioni.

PINZE DI TRASPORTO

La centratura delle pinze può essere effettuata fuori macchina mediante una maschera in dotazione. Agendo su una vite si può facilmente sostituire il gruppo pinze già centrato, il tutto in pochi secondi.

SEDE MATRICE

La sede matrice è molto profonda per accogliere attrezzature per lavorazioni speciali. (es. matrici mobili).
Svitando due sole viti si può togliere il cappello del blocco porta matrici e quindi posizionare le attrezzature con estrema facilità e comodità, in poco tempo.

ESTRAZIONE LATO PUNZONI

estrazione-lato-punzoniL’estrazione lato punzoni è stata realizzata con un sistema innovativo che la svincola dal movimento della mazza.
L’operatore può regolare liberamente la corsa ed il tempo di estrazione.
La corsa di estrazione è regolabile indipendentemente su ciascun punzone, semplicemente posizionando la camme alla quota desiderata, indicata sull’asta millimetrata.
L’estrazione è protetta da eventuali sovraccarichi di lavoro da una vite a strappo di sicurezza.
Con questo nuovo sistema non è necessario usare porta punzoni diversi da quelli di serie.

ESTRAZIONE LATO MATRICE

L’estrazione lato matrice è costituita da:
cinematismo brevettato unico al mondo con regolazione elettronica automatica e contemporanea della posizione delle leve e delle spine di estrazione;
La regolazione dell’estrazione è completamente automatica: basta richiamare dalla memoria del touch screen il numero di articolo già prodotto in precedenza e in soli 30” si può effettuare la regolazione di una nuova posizione, senza usare alcuna chiave.

ESTRAZIONE TELESCOPICA IN MATRICE (DRILLING)

drillingLa stampatrice è predisposta per il montaggio di un dispositivo per l’estrazione di pezzi con lunghezze del gambo superiori a 10 – 12 volte il diametro del filo

SCIVOLO USCITA PEZZI

Lo scarico dei pezzi finiti è posto sul lato operatore.
Questo permette di visionare e misurare i pezzi stessi che possono essere deviati in un apposito contenitore.
In opzione si potrà fornire un selettore di pezzi difettosi che permette di evitare continui fermi macchina se non assolutamente necessari.
Questo sistema è interfacciato al sistema di controllo di processo (opzional).

MAZZA

mazzaLa mazza è in ghisa sferoidale con sezione quadra.
La sezione quadra assicura una grande precisione di stampaggio (nelle macchine tradizionali la sezione è a T e questo causa delle flessioni della mazza stessa riducendo la precisione di stampaggio). Le forze di lavoro passano per il centro della mazza, aumentando la durata dei lardoni.
La forma della mazza tiene basso lo spazio occorrente per i porta punzoni in modo che l’operatore ha la parte sinistra più spaziosa per le operazioni di cambio attrezzature e manovre di lavoro.

TRANCIATURA

Le stampatrici a 2 matrici 4 punzoni permettono di produrre anche pezzi speciali o viti a testa esagona tranciata.
In funzione del modello della macchina, sino ad una determinata misura di lunghezza gambo, la stampatrice è in grado di separare automaticamente lo sfrido dal pezzo.
Oltre queste lunghezze, è possibile acquistare un dispositivo (scraps device system) che ha il compito di separare gli sfridi dai pezzi.

TRANSFER FINGER

Il transfer è di tipo lineare.
Le pinze di trasporto sono a blocchetti indipendenti con azionamento pneumatico e regolabile singolarmente per adattare la pressione al tipo di particolare da trasportare.
La centratura delle pinze può essere effettuata fuori macchina mediante una maschera. In caso di una rottura non è necessario sollevare il transfer: agendo su due semplici bulloni si può facilmente sostituire il blocchetto già centrato, in pochi secondi.

CARLO SALVI RAM CONTROLLER SYSTEM

Grazie ad una tecnologia innovativa e all’impiego dell’elettronica di ultima genererazione, le nostre stampatrici consentono, in fase di montaggio e regolazione delle attrezzature, di muovere la slitta molto lentamente, avvicinandola o allontanandola rispeto alle matrici.

PREDISPOSIZIONE INDUTTORE

La tecnologia dello stampaggio a caldo è un campo non ancora del tutto esplorato e la Carlo Salvi sta, ancora una volta, anticipando i tempi. Le macchine Carlo Salvi possono essere equipaggiate con un sistema di pre riscaldo che può riscaldare il filo fino a 900 °C. In questo modo si rende possibile la deformazione di materiali quali titanio ed altre leghe che, altrimenti, non potrebbero essere lavorate.

CARLO SALVI NON STOP WIRE FEED SYSTEM

Questo sistema opzionale dà la possibilità di modificare la lunghezza dello spezzone di filo per alcuni decimi di millimetro senza dover fermare la stampatrice, agendo solamente sul touch screen.

ESTRAZIONE LATO MATRICI

L’estrazione lato matrici è costituita da:
cinematismo brevettato unico al mondo con regolazione elettronica automatica e contemporanea della posizione delle leve e delle spine di estrazione;
bloccaggio idraulico dei canotti. La regolazione dell’estrazione è completamente automatica: basta richiamare dalla memoria il numero di articolo già prodotto in precedenza e in pochi secondi si può effettuare la regolazione di una nuova posizione, senza usare alcuna chiave.

SHORT PART STOPPER

Uno speciale dispositivo permette di trattenere, nei casi più estremi, il pezzo durante la fase d’estrazione dalle matrici per la produzione di particolari molto corti ed eventualmente essere utilizzato come pinza di estrazione dei particolari forati.

GINOCCHIERA

Il movimento della mazza è realizzato dalla Ginocchiera.
Il movimento a ginocchiera, tipico delle macchine Carlo Salvi, offre i seguenti vantaggi:

  • Lo stampaggio avviene in modo dolce e progressivo: il materiale si deforma assumendo una struttura molecolare più regolare e quindi migliora le sue caratteristiche meccaniche.
  • Ad ogni giro del volano viene prodotto un pezzo: nelle macchine convenzionali invece il volano compie due giri per ogni pezzo prodotto, sottoponendo di conseguenza la macchina al doppio delle sollecitazioni rispetto alle Carlo Salvi.
  • La corsa di stampaggio del punzone finitore è circa la metà del preparatore: oltre ad una migliore deformazione del materiale si ottiene una maggiore durata degli attrezzi. In particolare, i punzoni cruciformi consentono una produzione di circa il 30% superiore a quella che si avrebbe su macchine tradizionali, dove l’impatto è istantaneo.

TRANSFER

La Carlo Salvi è in grado di offrire alla sua clientela la possibilità di scegliere tra due diversi tipi di transfer:

  • Oscillante
    Sistema innovativo brevettato: il transfer è supportato da placchette in metallo duro in modo da garantire assenze di giochi e quindi una maggiore precisione.
  • Rettilineo

BLOCCAGGIO IDRAULICO DELLE MATRICI

Bloccaggio idraulico indipendente in ciascuna matrice.